E “D’improvviso” Rosalia De Souza a “Il Trappeto”

26 Novembre 2010, Masseria “Il Trappeto”, Monopoli (BA)

Non poteva cominciare meglio il fine settimana targato Il Trappeto, con la sensuale e vellutata voce di Rosalia De Souza. L’artista carioca sarà ospite del locale più all’avanguardia del sud est barese venerdì 26 novembre, ormai punto di riferimento per gli amanti della buona musica. Oggi Rosalia è una delle migliori interpreti di bossanova in circolazione e quelle di venerdì si preannunciano due ore di show raffinato e coinvolgente che, secondo l’inconfondibile stile dell’artista, rievocheranno le atmosfere e i sapori della musica brasiliana del passato. Una voce inconfondibile, duttile tale da permetterle di arricchire l’origine carioca con elementi di jazz, afro e pop. Venerdì 26 si esibirà per gli amici della notte de Il Trappeto, per cantare dal vivo i brandi del suo ultimo album “D’improvviso”. Il suo terzo album da solista, un disco che celebra l’amore per la vita in tutte le sue forme. Nata nel 1966 a Rio de Janeiro, nel quartiere di Nilopolis, famoso per le scuole di samba, la De Souza eredita la passione per la musica dal padre, che ascoltava i Beatles, Dionne Warwick e tanti altri artisti internazionali. In Italia arriva giovanissima, a 22 anni, e subito comincia a frequentare i corsi della Scuola popolare di Musica del Testaccio a Roma. Nel 1995 debutta come cantante del Quintetto X, una delle band più importanti della scena acid jazz di quel periodo. A seguire la notte è ancora lunga. Si continua con la serata CAMPARI. Interamente dedicata al brand leader in tutto il mondo come produttore di bevande alcoliche. Gadget per tutti, party esclusivo e dj in pieno stile Campari. E dal sound brasiliano SABATO 27 si passa alla quintessenza canora dell’house: Robert Owens. Il locale è sempre il più glam del sud Italia, Il Trappeto, la gente è la stessa bella gente della notte del sabato sera, in consolle, lui, Owens il pupillo di Larry Levan (dj americano, l’inventore dello stile garage house) colui che, al grido “Can You Feel It”, spalancò le porte di Chicago al mondo intero. Robert Owens è nato a Warren, Ohio nel 1961, ed è considerato uno dei nomi più importanti della house di Chicago negli ultimi anni ’80. E’ cresciuto cantando in una chiesa ed inizia la carriera di dj e vocalist (allora il questo nome aveva più il significato di “singer”) durante l’adolescenza. Ha cantato e promosso dischi per il mondo intero, da ricordare le infinite collaborazioni da Harry Romero “I Go Back”, Sandy Rivera, Layo & Bushwacka, Victor Simonelli e molti altri , autore anche del classico “I’ll Be Your Friend”.

                        
Ufficio Stampa | EffettiCollaterali Agenzia
press@effetticollaterali.info | www.effetticollaterali.info