Elezioni Comunali 2013 Monopoli: Ecco come si vota per eleggere il Sindaco e i Consiglieri comunali

Il 26 e 27 maggio anche il comune di Monopoli tra i 721 in cui si vota per il rinnovo delle cariche

Il 26 e 27 e maggio 2013 si vota per il rinnovo di un congruo numero di consigli comunali di tutta Italia. Sono interessati dal voto 721 comuni. Andranno al voto 536 comuni nelle regioni ordinarie, 190 in quelle a statuto speciale. In tutto si voterà in 21 capoluoghi di provincia e pure a Roma, l’unico capoluogo di regione.

 

 

COMUNI AL VOTO IN PUGLIA

Monopoli, Monteroni di Lecce, Carapelle, Alezio, San Donaci, Montesano Salentino, Barletta, Vernole, Pietramontecorvino, Leporano, Palagianello, Giurdignano, Vico del Gargano, Peschici, Bovino, Molfetta, Bisceglie, San Marzano di San Giuseppe, Lizzano, Sannicola, Ischitella, Spongano, Anzano di Puglia, Corato, Pulsano, Margherita di Savoia, Modugno, Crispiano, San Donato di Lecce, Squinzano, Surbo, San Nicandro Garganico, Manduria, Carovigno, Roseto Valfortore, Valenzano, San Marco la Catola, Noci, Zapponeta, Acquaviva delle Fonti, Santa Cesarea Terme, Conversano, Salve.

 

NOVITA’ DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013

 

Introdotta la doppia preferenza di genere. In pochi lo sanno, ma in cabina elettorale è possibile esprimere due preferenze per la stessa lista, purché siano destinate a un uomo e a una donna.   La novità delle elezioni amministrative 2013  è stata introdotta con la legge 215/2012 e riguarda la “doppia preferenza di genere”.  La norma riguarda i Comuni con popolazione superiore a 5mila abitanti. La città di Monopoli (Ba) è tra questi. Rientra tra le “disposizioni per promuovere il riequilibrio delle rappresentanze di genere nei consigli e nelle giunte degli enti locali”, non necessita di alcun tipo di regolamento ed è efficace da subito.

 

ES: Manuela LENOCI è il candidato DONNA della Lista PDL. Piero BARLETTA (consigliere comunale uscente, assessore all’urbanistica) è il candidato UOMO della Lista PDL. Un abbinamento, questo,  che vuole unire l’esperienza politica portando allo stesso tempo un approccio più moderno alla vita amministrativa. L’elettore può scrivere entrambi i nomi e barrare sul simbolo del PDL.

 

 

 

COME SI ELEGGE IL SINDACO?

Il voto è effettuato con sistema maggioritario per il sindaco a doppio turno. Qualora un candidato sindaco ottenesse più del 50% dei voti, risulterebbe immediatamente eletto. A ciascun sindaco è collegato uno o più gruppi di candidati al consiglio comunale. Se nessun candidato sindaco ottiene più del 50% dei voti validi, i due candidati che hanno ottenuto più voti vanno al ballottaggio, che si svolgerà due settimane dopo. Al ballottaggio risulterà eletto, ovviamente, il candidato che avrà ottenuto più voti.

 

 

COME SI VOTA?

L’elettore può votare in tre modi distinti.

1) traccia un segno solo sul simbolo di una lista. In questo modo, assegna la propria preferenza alla lista contrassegnata e, contemporaneamente, al candidato Sindaco sostenuto da questa lista;
2) Traccia un segno sul simbolo di una lista e scrive DUE PREFERENZE (di sesso opposto ma della stessa lista) per due dei candidati a Consigliere comunale (della medesima lista) e contemporaneamente, vota il candidato Sindaco della lista.
3) traccia un segno solo sul nome del Sindaco: vota così solo per il candidato Sindaco e non per la lista (o le liste) che sono collegate al candidato.

 

 

ERRORI DA EVITARE

Nell’esprimere la propria preferenza al voto ci sono errori da evitare e informazioni da conoscere.

 

1) NON sarà possibile votare per due uomini o per due donne.  Se si voterà per due uomini o due donne, sarà considerato valido solo il primo nome espresso, pena l’annullamento della seconda preferenza

2) Se si deciderà di dare la doppia preferenza, i candidati devono appartenere necessariamente alla stessa lista ed essere di sesso opposto.

                        
Ufficio Stampa | EffettiCollaterali Agenzia
press@effetticollaterali.info | www.effetticollaterali.info