Eurodesk opportunità all’estero per i giovani pugliesi

Presentato in Fiera del Levante il programma di scambi culturali in Europa.

Venti progetti europei presentati nel 2013, oltre 500 i curricula  inviati ogni anno all’Eurodesk della Provincia di Bari. Sono questi i numeri registrati nel corso della conferenza dedicata a Eurodesk, il programma gioventù in azione, organizzato dalla Provincia di Bari durante la Fiera del Levante.

“E’ molto importante favorire l’accesso dei giovani alle opportunità di mobilità, studio, lavoro, formazione, volontariato, conoscenze, esperienze, offerte dai programmi comunitari -  ha detto Pasquale Castellano, relatore sul tema “Gioventù per l’Europa e Azione 3“ il quale ha precisato che – vivere una esperienza all’estero aiuta nella crescita professionale e personale. Nella sede di Bari offriamo ai ragazzi tra i 18 e i 35 anni, ogni tipo di assistenza per presentare domande di partecipazione ai bandi comunitari. Tutti i progetti sono gratuiti per chi risulta idoneo alle selezioni, se c’è sinergia tra la proposta presentata e il tema sociale promosso dall’Unione Europa che varia ogni anno”. Sono ben 14 milioni di euro le risorse stanziate negli ultimi sette anni dalla Comunità Europea per incentivare gli scambi culturali tra i giovani dei Paesi Europei.

 

 

L’Italia è il primo Paese europeo con il maggior numero di strutture Eurodesk presenti sul territorio. Ne sono state attivate ben  93. A Bari è attiva dal 2011 mentre è di recente apertura la sede di Bitonto. Finalità di Eurodesk, la struttura di riferimento della Commissione Europea, con sede in 30 Paesi, è quella di favorire l’interscambio tra studenti e lavoratori nei Paesi della Unione. “Informare e supportare i giovani che vogliono fare una esperienza all’estero è la nostra missione – ha detto Valentina Minunno, referente dell’Eurodesk di Bari. Tra i progetti a cui abbiamo partecipato come struttura barese, grande risonanza ha avuto quello del Diet Sharing. Uno scambio interculturale dedicato alla dieta mediterranea che ha visto a Bari la partecipazione di tutti i Paesi europei interessati a scoprire le prelibatezze della nostra terra e i benefici che derivano se si segue l’alimentazione mediterranea”.

 

                        
Ufficio Stampa | EffettiCollaterali Agenzia
press@effetticollaterali.info | www.effetticollaterali.info